Racconto in promozione

di Andrea Bruni

Quando mi ha telefonato Paolo Pellegrini era ancora estate. La proposta di fare il capitano, di una squadra della Scuola Popolare al campionato italiano, l’ho subito accettata senza pensarci. Il Campionato Italiano di Scacchi nella serie Promozione è sempre un percorso lungo, divertente e competitivo. Ci sono passato con precedenti esperienze da giocatore e da capitano ed oltre l’aspetto sportivo si gioca molto anche sul piano emotivo dove succede spesso che i risultati finali non siano quelli del pronostico. Ma io non sono Claudio Ranieri, lo scrittore della favola calcistica, e la squadra Blu della scuola popolare non è il Leicester. Ciò non impedisce di programmare qualche incontro tra di noi, prima dell’avvio del campionato, per creare un bel clima di squadra, fare qualche partita di allenamento, vedere insieme aperture e alcune tattiche. La disponibilità della Direzione della Scuola Popolare è stata esemplare, sede aperta e riscaldata, utilizzo degli strumenti elettronici e di scacchi e scacchiere di qualità, distribuzione di maglie e felpe per la partecipazione alle gare, insomma tutti elementi che hanno aiutato a fare di un gruppo di soci sparpagliati una squadra competitiva di Super Otto. La prima giornata è il 25 settembre siamo un po’ tesi e giochiamo in casa contro il Frosinone che dagli elementi in nostro possesso non è irraggiungibile. Eppure, mentre Quattro Torri – Ostia Pomezia e CASC Gialla vincono nettamente con Lazio Scacchi Aquilotti e Frascati Scacchi Due, noi perdiamo 3 a 1, con una svista di Vincenzo, un finale regalato di Tullio e una galanteria di Andrea, mentre Maurizio fissa il primo punto scacchiera recuperando una partita cominciata male. Il secondo turno si gioca il 9 ottobre e andiamo ad Ostia con molto disincanto, con un appuntamento a pranzo insieme e l’obiettivo di non farci lasciare a zero. La CASC Gialla vola prima in classifica battendo la Lazio e il Frosinone perde a Frascati mentre noi usciamo molto soddisfatti dal risultato con un mezzo punto di Francesco in quarta scacchiera che ci fa vincere 2.5 a 1.5 contro una delle squadre favorite. Si torna a giocare in casa al terzo turno è il 23 ottobre con una bella giornata di sole, ospitiamo l’altra squadra favorita del girone la CASC Gialla, ci presentiamo con il capitano in prima scacchiera, con Maurizio Di Mascolo, Spani Vincenzo e Saracini Francesco. Vincenzo riscatta la prima partita e vince in terza, come il capitano in prima mentre l’altro punto lo mettono insieme Maurizio con Francesco e dopo tre turni siamo a quattro punti in classifica insieme alle due favorite e Frascati. Così quella che sembrava una storia di solo divertimento comincia a sembrare una qualificazione possibile. Nel quarto turno andiamo in trasferta con la Lazio, ultima in classifica, che finora ha 1 punto su 12 partite e fa sembrare il turno facile ma solo in apparenza. In prima gioca Maurizio, detto “il certezza”, in seconda Angelo, in terza Alessandro e in quarta torna Andrea. Torniamo a casa con un secco quattro a zero che ci porta in alto in classifica e di umore con Alessandro che vince una partita ufficiale dopo due anni, Andrea che riscatta la sconfitta del primo turno e Maurizio con Angelo che finiscono velocemente le loro partite. Siamo primi in classifica prima dell’ultimo turno con la CASC gialla che vince con il Frosinone e Ostia che vince a Frascati. Ci differenziano mezzo punto scacchiera con Ostia e un punto con CASC che all’ultimo turno giocheranno contro. Il quinto e ultimo turno si gioca il 13 novembre, in casa, ospitiamo Frascati. In prima il capitano, in seconda il certezza, in terza torna Vincenzo e in quarta Tullio. Con la vittoria potremmo avere la qualificazione se finisse in parità lo scontro tra le prime due del girone, ma se dovesse vincere uno delle due la differenza punti in scacchiera avrebbe un ruolo fondamentale. Andiamo sul sicuro e vinciamo quattro a zero e senza ancora sapere il risultato di Ostia già comunichiamo tra di noi online, con ottimismo, che C-siamo con destinazione “Todomodo” – il nostro villaggio a Via Bellegra – dove riceviamo la notizia che Ostia ha pareggiato con la CASC e noi siamo primi in classifica e qualificati in serie C. E’ una gran bella notizia, i magnifici 8 hanno portato una nuova squadra della scuola popolare in serie C, giocando tutti, divertendosi, con un chiaro spirito di squadra. Nella foto finale con il cartello siamo in C i magnifici 8: Bruni Andrea, Di Mascolo Maurizio, Spani Vincenzo, Dorascenzi Angelo, Bria Alessandro, Aebischer Tullio, Saracini Francesco, Bernardi Andrea insieme a Paolo Pellegrini. E come si dice “mettece ‘na pezza”.

Classifica Finale

Pos.SquadraP.ti Sq.P.ti Ind.
1 –Scuola Popolare Blu814.5
2 –Casc Gialla713.5
3 –Quattro Torri – Ostia Pomezia713.0
4 –Frascati Scacchi Due47.5
5 –Frosinone38.5
6 –Lazio Scacchi Aquilotti13.0
Arrivederci al 2021

Arrivederci al 2021

Care amiche ed amici degli Scacchi.

Con questo post la Scuola Popolare di Scacchi di Roma e l’Accademia Scacchistica Romana vi annunciano con grande tristezza che la 5° edizione del Festival Internazionale di Scacchi “Roma Città Aperta” non avrà luogo nel dicembre 2020 come molti di voi attendevano.

La pandemia da Covid-19, dopo averci portato via l’affetto di alcuni amici da sempre presenti al Festival, ci impone, ora, un momento di riflessione.

L’emergenza sanitaria nel mondo è ancora in corso ed è impossibile prevederne l’evoluzione nel breve e medio periodo. Ciò ci impedisce di pianificare il festival per tempo e in modo dettagliato, come sempre abbiamo fatto, al fine di offrirvi un prodotto ogni anno migliore.

La vostra partecipazione, in costante aumento da ormai quattro anni e il vostro apprezzamento hanno reso il nostro Festival il più importante torneo di Roma e uno dei più prestigiosi in Italia.

E’ per questo che ci impegniamo, sin d’ora, a pensare e realizzare l’edizione del Festival “Roma Città Aperta 2021”, con l’obiettivo dichiarato, di farne il Festival più grande e più bello di sempre.

Sarà anche il nostro modo per festeggiare insieme a voi la fine di questa terribile emergenza che ha colpito l’intera umanità.

Vi aspettiamo!

Gli scacchi come esperienza formativa a scuola

a cura di Chiara Colucci

Liceo Scientifico Tullio Levi Civita. Torneo scolastico, 4 febbraio 2020

Non è nuova l’affermazione che le scuole siano il punto di partenza per costruire il futuro della società. Non occorre neppure ribadire quanto sia importante promuovere ed incoraggiare le iniziative educative nelle stesse. Presenterò pertanto un esempio virtuoso a questo proposito: il torneo di scacchi al liceo scientifico Tullio Levi Civita, che si è tenuto il 4 di questo mese.

Read more